Eventi

Le biblioteche toscane centri di riferimento culturale per i giovani

Pubblicato da giovanisi il 14 novembre 2012

In Toscana il sistema delle biblioteche pubbliche, grazie al supporto di enti locali e Regione, sta facendo molto per diffondere l’abitudine all’uso della biblioteca e alla lettura, anche e soprattutto tra le nuove generazioni. La promozione della lettura rivolta ai giovani è infatti lo scoglio più difficile che gli operatori delle biblioteche, così come i genitori e gli insegnanti, si trovano a dover affrontare; e lo è ancora di più per la fascia della prima adolescenza.

Per questo la Biblioteca comunale di Sesto Fiorentino sta ospitando un ciclo di tre momenti di approfondimento dedicati alla scoperta dei giovani lettori di età compresa fra 11 e 14 anni. I primi due incontri sono stati dedicati ai “Ragazzi reali e immaginari” e alla “Lettura degli adolescenti fra consumi culturali, comunicazione e promozione”. All’ultimo incontro del prossimo 22 novembre si parlerà di “Offerte librarie e preferenze di lettura tra gli 11 e i 14 anni”.

Le biblioteche comunali toscane hanno molte frecce al loro arco; come orari accessibili a tutti, tanto che nel 2011, nonostante la crisi, sono state sempre più aperte, soprattutto in orario prefestivo e festivo, pomeridiano e serale ( la Biblioteca di Sesto offre ad esempio oltre 60 ore settimanali di apertura, sabato e domenica compresi).

Inoltre si sono evolute tecnologicamente, mettendosi in grado di offrire ai giovani dall’accesso ad Internet alle risorse digitali tramite la piattaforma MedialibraryOnline, dal prestito di materiale multimediale e di e-book al servizio on-line di “Chiedi in Biblioteca”.

Sono inoltre diventate veri e propri centri multiculturali, e offrono ai ragazzi immigrati la possibilità di chiedere alla biblioteca più vicina libri nella propria lingua, tramite il servizio di Scaffale circolante del Polo regionale di documentazione interculturale che ha sede alla Biblioteca comunale di Prato.

Inoltre le biblioteche toscane, comprese quelle scolastiche, mettono a disposizione una selezione di libri per ragazzi anche grazie ad uno strumento unico in Italia: la bibliografia di base dei libri per ragazzi da 0 a 16 anni, curata dal Centro regionale di servizi per le biblioteche ragazzi in Toscana che ha sede nella Biblioteca comunale di Campi Bisenzio, che appunto orienta alla scelta di libri di qualità e scaricabile on-line.

Negli ultimi 10 anni ben 42milioni di euro sono stati dedicati dalla Regione e dagli enti locali al rinnovamento strutturale delle biblioteche, per offrire all’utenza spazi rinnovati sia sul piano ambientale che tecnologico. Un investimento che coinvolge tutto il territorio regionale; tra le varie istituzioni culturali, le biblioteche sono sicuramente l’infrastruttura meglio distribuita, risultando presente anche nei centri commerciali, negli ospedali, in carcere, sui bibliobus, in strada, nei pub, nei festival librari.

 

Comunicato stampa di Dario Rossi, Toscana Notizie

Pubblicato il 14 novembre 2012