Lavoro

Prometeo3, si rinnova la convenzione e si rafforza la rete per i lavoratori atipici

Pubblicato da giovanisi il 2 luglio 2012

Grazie al rinnovo della convenzione tra Regione e sindacati, gli sportelli per il lavoro atipico Prometeo3, entrati a far parte a pieno titolo dei Servizi per l’impiego e diventati un punto di riferimento per una vasta platea di utenti, garantiranno anche per il triennio 2012-2014 la promozione di azioni ed interventi specifici per la promozione di buone pratiche contro la discriminazione e per l’inclusione sociale, la promozione di una occupazione regolare e di qualità .

“Il prolungarsi della crisi e soprattutto dei suoi effetti sull’occupazione – spiega l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini – ci impongono di proseguire nell’impegno per sostenere e rafforzare le opportunità di lavoro, di potenziare le azioni per qualificare e stabilizzare i lavoratori precari, incrementare la formazione. Tutto questo puಠessere realizzato anche con l’apporto dei 56 sportelli Prometeo che, tramite le organizzazioni sindacali, sono diffusi nell’intero territorio regionale e quindi possono rapportarsi meglio ai cittadini e ai servizi locali” .

Gli sportelli Prometeo3, in collegamento con il sistema regionale dei Servizi per l’impiego, svolgono attività di informazione sulle opportunità esistenti, orientamento, assistenza; un sistema di formazione permanente in grado di sostenere percorsi formativi individuali, azioni di tutoraggio, azioni finalizzate a rafforzare i percorsi di professionalizzazione e stabilizzazione professionale. Gli sportelli forniscono ai lavoratori in Cig e mobilità in deroga il libretto formativo, nel quale vengono registrate, oltre alle esperienze lavorativo-professionali, le competenze acquisite durante la formazione formale.

Gli utenti “atipici” che hanno usufruito del servizio dei 56 sportelli Prometeo sono stati più di 22mila mentre, tra ottobre 2010 e dicembre 2011, le azioni di politiche attive realizzate hanno raggiunto ben 11.315 utenti e 445 sono i libretti formativi rilasciati.

L’assessore Simoncini ricorda infine che la Regione è da tempo impegnata su questo fronte, in particolare con il “Fondo di garanzia per i lavoratori atipici”, per consentire l’accesso al credito a tutti quei lavoratori che hanno un contratto diverso da quello a tempo indeterminato. Attraverso il fondo, la cui gestione è affidata ad Artea, la Regione Toscana si fa garante nei confronti delle banche affinché i lavoratori possano ottenere un prestito fino ad un massimo di 15.000 euro a tassi agevolati. La somma complessiva del fondo è di 1 milione di euro. A questo si possono aggiungere le misure per la stabilizzazione dei contratti atipici, previste all’interno del pacchetto degli incentivi per le assunzioni.

Cosa fa la rete Prometeo3 per Giovanisì
Da oggi gli sportelli della rete Prometeo3 si arricchiscono di una nuova competenza, fornendo informazioni sul Progetto Giovanisì, con particolare riferimento alle aree tirocini, lavoro e “Fare Impresa”, ma anche istruzione e formazione, con un’attenzione precisa ai bisogni dei giovani lavoratori atipici toscani. Gli operatori degli sportelli Prometeo3 svolgeranno un ruolo di informazione di base, indirizzando l’utenza verso i presidi territoriali competenti per ogni area di intervento e si interfacceranno inoltre con gli Infopoint Giovanisì (i cui primi 21 sportelli sono stati attivati proprio nei giorni scorsi), contribuendo alla costruzione di quella rete diffusa di informazioni perché Giovanisì raggiunga il più alto numero possibile di giovani toscani.

[Notizia collegata]
Toscana Radio News – Prometeo3, da oggi anche informazioni su Giovanisì
(audio con i commenti dell’assessore Simoncini e del segretario regionale Cisl Recce)

Comunicato stampa di Barbara Cremoncini, Toscana Notizie

Pubblicato il 2 luglio 2012