Eventi

Presidente Toscana Rossi a Commissione Ue: “Aumentare del 30% i fondi per i giovani”

Pubblicato da giovanisi il 8 febbraio 2012

Nel suo parere sulla proposta della Commissione europea relativa al Programma dell’Unione europea per il cambiamento e l’innovazione sociale (PSCI), approvato oggi a Bruxelles dalla Commissione politiche sociali del Comitato delle Regioni (CDR), il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha proposto di aumentare il bilancio destinato ad azioni di sperimentazione sociale con particolare riferimento ai giovani per il periodo 2014-2020.

In particolare Rossi, in qualità del relatore del parere per conto del CDR, ha chiesto di poter aumentare fino al 30%, pari a circa 172 milioni di euro (contro il 17%, pari a 97 milioni, proposto dalla Commissione europea) il bilancio da dedicare direttamente ai progetti di sperimentazione sociale con un’attenzione particolare alle politiche di inclusione dei giovani. Il bilancio sarà quello del Programma Progress sull’innovazione sociale che insieme al Microcredito e a EURES rappresentano i 3 assi del futuro programma PSCI 2014-2020 dell’UE con un bilancio complessivo di 958 milioni di euro.

L’aumento del bilancio è stato proposto per rispondere alla drammatica situazione della disoccupazione giovanile che tocca tutta l’Unione europea. Gli ultimi dati Eurostat (l’ufficio europeo di statistiche), pubblicati a gennaio , rivelano infatti che la disoccupazione giovanile in Italia è fra le più alte d’Europa. Se si considerano i giovani sotto i 25 anni il tasso di disoccupazione in Italia raggiunge il 31% rispetto ad una media Ue a 27 del 22,1%. Il tasso più alto è stato registrato in Spagna (48,7%), Grecia (47,2%, a ottobre) e Slovacchia (35,6%). Il tema della disoccupazione giovanile, al centro del dibattito europeo, è anche una priorità del programma politico del Presidente Rossi in Toscana che con il progetto Giovanisì ha coinvolto oltre 35.000 giovani su progetti per tirocini retribuiti, servizi civile, creazione di nuove imprese e contributi per l’affitto in modo da sostnerli in un percorso di autonomia, formazione e lavoro.

Comunicato stampa di Toscana Notizie

Pubblicato il 8 febbraio 2012