Lucca, Dire e Fare. Giovani toscani, più apprendisti e contratti a termine (scheda)

Pubblicato da a.freschi il 18 novembre 2011

Sono 642 mila i giovani tra 19 e 34 anni che vivono in Toscana, il 17% dell’intera popolazione, e due su dieci – un po’ meno per la precisione, il 18% – sono stranieri. Sono i giovani che hanno appena messo alle spalle la scuola superiore e passato l’età dell’obbligo scolastico. La metà di loro ha un diploma in tasca, il 15% arriva alla laurea. Sei su dieci sono occupati, che è qualcosa in più rispetto alla media nazionale. Ma sono assai di meno che nel nord e centro Europa quelli che possono vantare un contratto a tempo indeterminato: il 59,7% (dati 2009) contro l’82,7% del nord Italia e il 74% appunto della mittel Europa. Il 15 per cento dei giovani toscani fino a 34 anni un ‘occupazione invece la cerca, uno su cinque studia ancora e uno su venti, il 5%, fa la casalinga.

Questi ed altri numeri raccontano la fotografia più recente dei giovani della Toscana. Crescono gli studenti che si spostano per motivi di studio fuori della regione, mille in più solo tra il 2007 e il 2009. In 35 mila, da fuori la Toscana, vengono comunque a frequentare i corsi nelle tre università della regione. Chi lavora, lo fa per lo più nel settore manifatturiero (18%) e del commercio (15%). Un altro 8% lavora in alberghi e ristoranti, l’11 per cento nelle costruzioni e il 30 per cento che rimane si divide tra agricoltura, trasporti e sanità.

Tra i giovani toscani, rispetto al resto d’Italia, sono un po’ più numerosi gli apprendisti: il 10 per cento, contro il 7% di media nazionale. In crescita anche disoccupati e non occupati, per scelta o difficoltà Un disoccupato su dieci è laureato, che è comunque un po’ meno del 12,9 per cento della media nazionale.

In crescita anche i tirocini: 14.757 nel 2010, secondo i Centri per l’impiego provinciali, contro i 10.737 dell’anno precedente. Ma di questi solo uno su dieci si è trasformato in contratto di lavoro per il giovane. E più della metà non sono stati retribuiti con alcun rimborso spese.

L’ultimo focus riguarda la casa. Circa la metà dei giovani toscani tra 25 e 34 anni vive ancora con genitori od altri parenti. E ne escono solo con il matrimonio.

Comunicato stampa Toscana Notizie, di Walter Fortni

Notizia collegata
Lucca, Dire e fare. Rossi con i giovani, a Lucca le domande viaggiano su post-it colorati

Pubblicato il 18 novembre 2011