Eventi

Tempo Reale Festival ’11: da venerdì 7 fino al 16 ottobre

Pubblicato da l.calugi il 4 ottobre 2011

“La battaglia per sostenere la cultura e le sue manifestazioni si gioca oggi, stretti tra i lacci della situazione di crisi, nell’equilibrio tra soldi e volontà, da mettere in campo allo stesso modo. Questo vale anche per questa quarta edizione del festival Tempo Reale, rassegna prestigiosa che affonda le sue radici nel lavoro del mai abbastanza compianto Luciano Berio”. Così l’assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti è intervenuta stamani alla presentazione della manifestazione, che prenderà il via venerdì 7 per concludersi il prossimo 16 ottobre. “Per questo motivo il finanziamento regionale, già confermato nel 2010-2011 a Tempo Reale, è stato incrementato del contributo per il festival e per il progetto “Orizzonti e paesaggio sonoro” (130mila euro complessivi, con in più una voce specifica di 13 mila euro, per la prima volta, al festival, ndr); un premio ad un contributo innanzitutto qualitativo alla scena culturale della regione, essenziale in questo momento dove dobbiamo mantenere alto il livello dell’offerta per cercare di tenere alta anche la qualità della domanda. Grandi esperienze come questa – ha concluso l’assessore –, attraverso programmi come l’attuale, che non esito a definire multimediale, servono anche  a far crescere il pubblico, con un occhio di attenzione a quello giovanile che rappresenta l’investimento sul futuro comune”.

Un festival per raccontare Firenze attraverso i suoi suoni: Tempo Reale Festival dedica la quarta edizione della sua kermesse al tema del rapporto fra ‘musica e ambiente’, con artisti di fama internazionali fra concerti, installazioni, soundwalk, incontri, workshop e teatro sonoro in vari luoghi pubblici della città. Come il ciclo di soundwalk ed incontri intitolato ‘Come Suona Firenze?’: adulti e bambini insieme alla scoperta del paesaggio sonoro urbano; esperti ricercatori internazionali guideranno il pubblico in una passeggiata alla ricerca di suoni e rumori urbani per registrare e tracciare una pianta sonora della città. Da sottolineare anche, per i giovani compositori e registi provenienti da tutta l’Europa, il progetto di scambio e residenza a cui partecipa Tempo Reale, e l’opportunità di presentare in forma acusmatica le loro Playlist con propri lavori e brani scelti: il tema è quello dei suoni delle maggiori città europee.

Comunicato stampa di Dario Rossi, Toscana Notizie

Pubblicato il 4 ottobre 2011