Eventi

CONVIVENZE – ultima tappa del progetto con Niccolò Fabi promosso dalla Regione Toscana

Pubblicato da l.calugi il 7 settembre 2011

Incontri, teatro e performance intorno al convivere quotidiano: sabato 17 settembre 2011 il Teatro Dante di Campi Bisenzio (Fi) ospita ’Convivenze’, ultima tappa del progetto promosso dalla Regione Toscana con la direzione artistica del cantautore Niccolò Fabi al quale partecipano La Compagnia delle Arti Distratte, La mia inquadratura, Misdea [Live Soundtracking] & Barbara Tinti – Giacomo Viti e SonflowerFilms by Clizia Corti, Cantiere Teatrale – La Compagnia di Viaggio, La Scena Muta e Azzonzo. La giornata – che vede alle ore 21 la messa in scena dello spettacolo/laboratorio diretto da Fabi al quale si è lavorato negli ultimi mesi – è promossa e organizzata in collaborazione col Comune di Campi Bisenzio e la cooperativa sociale Macramè.

Il progetto ‘Convivenze’

Una delle grandi scommesse della nostra attuale società sta nella capacità di costruire modi di convivenza e di comunità che sappiano da un lato valorizzare le diversità e dall’altro fare interagire in maniera costruttiva le differenze.

Per far questo è chiaro che si può e deve agire su più fronti. Innanzitutto è necessario creare una piattaforma comune dove ritrovarsi. Una sorta di minimo spazio di senso che ci permetta il dialogo e prima ancora la voglia di dialogare.
Poi, se questo c’è ed è condiviso, si deve poter agire sul fronte dell’educazione, delle competenze e delle conoscenze di ognuno, sulla sfera degli strumenti e delle risorse che possiamo mettere in gioco per agevolare le azioni necessarie perché la convivenza si realizzi. Si deve anche pensare a luoghi e spazi capaci di facilitare questo processo.
Adoperarsi, quindi, con le persone, ma anche con l’ambiente e il contesto.

Filigrane, azione di sistema delle politiche giovanili della Regione Toscana dal 2008 al 2010, è nata anche con questo intento, lavorare con le persone, con i contesti per costruire insieme un nuovo modo di pensare la comunità.

Questa riflessione ha trovato un percorso naturale e stimolante nella proposta di costruire un “laboratorio delle espressioni diverse” che potesse costruire un’unica “elaborazione” attraverso il contributo di ogni partecipante.

Tale processo, per Filigrane, è sembrato perfettamente collimante con un progetto di Niccolò Fabi (già testimonial nel 2009 nell’evento fiorentino dei giovani organizzato dalla Regione Toscana) denominato “Violenza124”.

E’ nato il progetto Convivenze, un percorso di sperimentazione e laboratori che ha lo scopo di arrivare alla realizzazione di una performance finale partendo da una unità di misura comune, la convivenza. Cinque esperienze artistiche giovanili, provenienti da altrettanti progetti finanziati dalla Regione Toscana attraverso l’APQ sulle politiche giovanili, si confrontano su questo tema e produrranno cinque momenti artistici che messi assieme racconteranno la convivenza secondo i giovani toscani.

Niccolò Fabi è il direttore artistico, ma più propriamente il mediatore, il facilitatore l’accompagnatore. Si tratta di costruire una storia composta da espressioni diverse (musica, immagine, movimento, parole, ecc.) e raccontata da voci diverse. Data una unità di misura di base, “una struttura quindi appena accennata, con un carattere sufficientemente preciso per essere ispirante, ma non compiuta in modo da lasciare un vuoto da riempire”. In questo modo si creano le condizioni libere per dare luogo a un processo di dialogo e così costruire un unico concepimento che di fatto è la somma rispettosa di ogni contributo.
Una somma che è un modo più ricco di rappresentare, in questo caso, la convivenza

Questo progetto si conclude e viene presentato, non a caso, alla partenza del nuovo progetto sulle Politiche Giovanili della Regione Toscana
Giovanisì, che dall’inizio del 2011 lavora sull’autonomia dei giovani toscani grazie a 26 azioni che riguardano, fra gli altri, i temi della casa, del lavoro e della formazione.

L’autonomia è dimensione soggettiva in quanto esito possibile del processo evolutivo e formativo della persona, che riesce a darsi una regola da sé, in rapporto con le forme di legame e dipendenza che caratterizzano il suo essere nel mondo.

L’autonomia si definisce sul piano delle finalità (autonomia per) e sul piano del moto di origine (autonomia da), e si “misura” sul piano della libertà di scelta e sul piano della responsabilità delle scelte assunte.

Assumersi perciò l’onere di avviare azioni e strumenti per lo sviluppo del percorso di crescita e autonomia del giovane, all’interno della propria relazione nella società e accanto a processi rinnovati di cittadinanza, esprime la chiara volontà di consolidare una dimensione di pensiero che ha nella responsabilità reciproca, e quindi, nella capacita di convivere, il nodo centrale dello sviluppo dei giovani in Toscana.

Se è vero che i giovani hanno tante necessità, dal lavoro alla casa, alle certezze per il futuro, è necessario creare percorsi di autonomia che si muovano all’interno di un patto per lo sviluppo responsabile. Reciproca responsabilità per un vantaggio comune.

Quindi un patto per lo sviluppo personale in un contesto di comunità e reciproca responsabilità è politica non della preoccupazione giovanile ma dell’occupazione giovanile. Da un idea di scommessa sui giovani a un idea di scommessa con i giovani.

Su queste basi le azioni previste da Giovanisì trovano nel corso del loro sviluppo modi per contribuire con la loro architettura sia all’autonomia sia alla costruzione di una società e una Toscana più coesa, più responsabile, più “condividente”.

La rappresentazione della performance di ‘Convivenze’ si pone come momento di passaggio del testimone fra le attività svolte da Filigrane nelle precedenti annualità e la nuova strada intrapresa dalla Regione con Giovanisì.

La convivenza diventa l’anello di congiunzione tra le politiche rivolte alla partecipazione giovanile e quelle che lavorano per l’autonomia.

 

PROGRAMMA di sabato 17 settembre (ingresso libero):

Ore 12 – Liceo Scientifico Agnoletti di Campi Bisenzio (Via G.Lorca, 1)
CONVIVENZE … A SCUOLA
Niccolò fabi Incontra gli studenti

Ore 17 – Teatro Dante
CONVIVENZE … Incontro pubblico
Niccolò Fabi – cantante
Salvatore Allocca – Assessore Welfare e politiche per la casa RT
Carlo Andorlini – Responsabile Ufficio Giovanisì RT
Emiliano fossi – Assessore politiche educative, politiche culturali e partecipazione Comune Campi Bisenzio

Ore 19 – Foyer del Teatro Dante
CONVIVENZE … Aperitivo
Ore 21 – Teatro Dante
CONVIVENZE … Lo spettacolo

Info:
segreteria@giovanifiligrane.net
Teatro Dante – piazza Dante 23, Campi Bisenzio (Fi)

Convivenze:
archivio audio e video

Documenti
Locandina – fronte
Locandina – retro
Locandina con programma

 

Pubblicato il 7 settembre 2011